Parrocchia San Luigi Gonzaga - Ragusa
Comunicazioni dalla parrocchia - Parrocchia San Luigi Gonzaga - Ragusa

Questo sito web usa i cookie

I cookie aiutano sanluigi-gonzaga.it a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo.

Comunicazioni dalla parrocchia

La prima telefonata di stamattina è stata un annuncio per pregare: un parrocchiano malato di tumore ci ha preceduto davanti a Dio. Preghiamo per lui e i familiari. Altre due telefonate sono state portatrici di doni: l'attenzione concreta all'altro sembra una sorta di anticorpo morale, spero che si radichi anche nei cuori più... abituati a tenere gli occhi chiusi, diciamo così. Ora mi reco a pregare con la famiglia del defunto: se potete, unitevi anche brevemente a questa preghiera. Alle 12.30 celebrerò la messa in diretta dal mio profilo Facebook (speriamo oggi funzioni). Stasera alle 19 inizieremo la Settimana Santa con l'adorazione eucaristica. In allegato, un sostegno per l a preghiera a casa. A dopo per la messa, per chi vuole.

1. una canzone non pensata per la preghiera o la liturgia, ma rende l'idea di quello che possiamo dirci (noi a Lui, Lui a noi) col Signore: "Tienimi con te - Claudio Baglioni"
2. per chi vuole dedicare ancora un po' di tempo al Signore, in allegato un suggerimento per la preghiera in casa riferito a questa domenica (ma si può usare nei prossimi giorni per continuare a riflettere)

Buona domenica sera a tutti!

Insieme con la Vergine Maria,
perché la nostra vita sia sostenuta da Gesù Risorto!
 
- 24 maggio 2019, ore 18, Santa Messa
in via Modigliani n° 18 (fam. Corallo-Saia)
 
- 31 maggio 2019, ore 18, Santa Messa
in via Falcone n° 4 (fam. Castilletti)
 
- 7 giugno 2019, ore 18, Santa Messa
in via Falcone n° 16 (fam. Corallo-Schininà)
 
La  Santa  Messa  sarà  preceduta  dalla  preghiera  del  Rosario  e seguita dalla Via Lucis (14 stazioni per rivivere con i primi cristiani  l’incontro con Gesù Risorto). Affideremo i malati e i sofferenti tutti alla preghiera di Maria e li uniremo al sacrificio di
Gesù,  perché  il  Suo  Spirito,  dono  di  Dio  Padre,  li  consoli nelle croci e li riempia di Risurrezione.