Questo sito web usa i cookie

I cookie aiutano sanluigi-gonzaga.it a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo.
Giugno 2018
D L M M G V S
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
   

Altro  

   

Comunicazioni dalla parrocchia

21/06/2017: Oggi è la memoria liturgica di san Luigi Gonzaga. Affidiamoci tutti alle sue preghiere. Alle 17.30 ci sarà la santa messa e a seguire l'adorazione eucaristica fino alle 20. Sarò disponibile per le confessioni dopo la messa. Sarebbe bello oggi fermarsi un attimo e compiere un piccolo gesto d'amore per migliorare se stessi, impiegando un po' di tempo per Dio e per il prossimo.

“È pazzo! È pazzo!” gridava l’inserviente del piccolo ospedaletto. Vedeva quel giovane minuto, Luigi Gonzaga, con la sua tonaca nera, mentre trasportava in braccio un povero appestato. “Se la prenderà pure lui quella malattia!” continuava a gridare. Si affacciò un vecchio gesuita che stava amministrando sacramenti ai moribondi. Fece tacere l’inserviente dicendogli: “Amico mio sai cos’è la purezza? Ecco cos’è. Ce l’hai davanti ai tuoi occhi” disse indicando Luigi. “La purezza è sapersi sporcare le mani quando c’è bisogno. La purezza è saper morire per qualcuno che non vale nulla agli occhi del mondo. Ma per un puro di cuore, come quel ragazzo, quel povero appestato è come il Sacramento. Non lo vedi come se l’abbraccia?”. “Ma si ammalerà anche lui così?” disse quasi piagnucolando l’inserviente. “Che ci vuoi fare, i santi sono così, non hanno misura, non si sanno regolare” rispose il vecchio gesuita sorridendo. “Che spreco, il figlio primogenito dei Gonzaga ridotto a far questo” proseguì l’inserviente. “Non bestemmiare” gli intimò il vecchio gesuita, “quel ragazzo vede più lontano di tutti. È più ambizioso di tutti. Ha capito fino in fondo quello che ci ha insegnato Nostro Signore: ‘Chi vuole essere il primo si faccia servo di tutti’. I Gonzaga con il tempo se li dimenticheranno tutti. Questo ragazzo no, perché si è scelta la parte migliore che non gli sarà tolta”.

 

Carissimi, nella settimana fra il 18 e il 25 giugno, festeggeremo San Luigi (il suo giorno è il 21/6). Ci saranno varie iniziative; inizio a comunicarvi quelle sportive, buone per grandi e piccini. Fatevi sotto voi e i vostri figli! San Luigi preghi per noi perché diventiamo una vera comunità cristiana!

Care mamme e cari papà, abbiamo già iniziato a lavorare per la grande famiglia parrocchiale. A breve vi comunicheremo un calendario di incontri e attività. Intanto, i ragazzi di terza appartenenti alla nostra parrocchia che vogliono intraprendere il cammino di iniziazione cristiana, possono dire ai loro genitori di andare a parlare con don Luca.

Sottocategorie

Come parrocchia di San Luigi da circa un mese abbiamo accolto Rita, una giovane vedova nigeriana, e i suoi due figli, Destiny di 7 anni e Daniel ormai di quasi 8 mesi. Perché lo stiamo facendo? Dobbiamo sentirci migliori degli altri? Da oggi potremmo leggere sul nostro sito delle brevi riflessioni di Papa Francesco che ci ricordano come è il Signore che ci chiede di accogliere l'altro, e ci aiuteranno a non farci prendere dalla voglia di fare, anche se questo fare significa aiutare qualcuno. Con queste parole del papa vorremmo sempre recuperare il senso di quello che facciamo e permettere al nostro cuore di non inaridirsi nel semplice fare. Buona lettura e spero che possiamo sempre essere rinnovati dal Vangelo e dal papa che ce lo propone costantemente.

Una nuova serie di catechesi, che punterà lo sguardo sul “cuore” della Chiesa, cioè l’Eucaristia. È fondamentale per noi cristiani comprendere bene il valore e il significato della Santa Messa, per vivere sempre più pienamente il nostro rapporto con Dio.

   
   

Statistiche

Utenti
3
Articoli
198
Visite agli articoli
119610
   
© Parrocchia San Luigi Gonzaga Ragusa